Titolo del Film

IL MONDO DI NERMINA

scheda
 
Regia
Vittoria Fiumi
 
Produzione
Ass.Plinio (IT), Tama Filmproduktion (DE), Fiumi Film (CH)
 
Durata
55'
 
Anno
2015
 
Condividi
 

 

vota
10 voti
Ti è piaciuto il documentario?

Cliccando il pulsante VOTA sceglierai uno dei tuoi tre documentari preferiti del concorso.


Torna indietro  Vota
Nermina ritorna in Bosnia con il marito e i figli. Malgrado i ricordi di guerra e la disoccupazione, la donna è determinata a ricostruire la sua vita nel luogo dov’è nata.

 

 


Vittoria Fiumi (Bologna, 1980) è una regista italiana laureata in Antropologia visuale all’Università di Manchester (UK). Vittoria si è specializzata nello realizzare film che si interessano al rapporto tra natura e cultura in modo creativo ed innovativo, combinando elementi sperimentali, di documentario e di finzione. Ha prodotto e realizzato due cortometraggi documentari: Peaceful Place (Human Rights FF, Bologna, Los Angeles, Sarajevo 2006) e All of a sudden it was dark (Doc under 30, IDFA doc for Sale 2009). Il suo ultimo film Il mondo di Nermina è stato selezionato a Visions du Rèel a Nyon nel 2014 in competizione e presentato successivamente al Festival di Locarno e al Festival di Trieste nel 2015. Il film è arrivato finalista al Premio Solinas, premio di scrittura per cinema e ha ricevuto il Premio Corso Salani, come miglior progetto in fase di sviluppo. Prodotto dall'Associazione Plinio, Fiumi Film (Vittoria Fiumi) e Tama Film (Flavia Oertwig) è una co-produzione italiana svizzera e tedesca, con il supporto della Cineteca di Bologna, Film fu?r Eine Welt e la Film Commission Baden-Wu?rttemberg. Nel 2014, Vittoria è stata selezionata alla Filmmaker Academy del Festival di Film di Locarno come giovane regista emergente, e con il suo nuovo progetto 3VolteMe ha ottenuto la prestigiosa borsa di studio Nipkow. Il mondo di Nermina rappresenterà l’Italia nella sezione cinema della XVII Biennale dei giovani artisti del Mediterraneo a Milano (No Food’s Land - Fabbrica del Vapore ottobre/novembre 2015).
Ideato da
pulsemedia
Promosso da
kaleidoscope
ucca
Comune di Modena
Con il contributo di
Fondazione cassa di risparmio di modena
Media Partners
cinemaitaliano