Titolo del Film

TENACEMENTE DONNE

scheda
 
Regia
Mario Chemello
 
Produzione
Fondazione per lo sport del comune di Reggio Emilia e Imago Orbis
 
Durata
1h 5'
 
Anno
2016
 
Condividi
 

 

vota
47 voti
Ti è piaciuto il documentario?

Cliccando il pulsante VOTA sceglierai uno dei tuoi tre documentari preferiti del concorso.


Torna indietro  Vota
Il calcio femminile in Italia è la Cenerentola degli sport, addirittura sbeffeggiato e insultato dai rais della Figc, mentre all'estero è seguitissimo come quello maschile, e a volte, come negli USA, anche di più.
C'è una società a Reggio Emilia -la Reggiana Femminile- che incarna perfettamente questa storia: è la società sportiva più blasonata della città e nonostante i campionati e le coppe vinte non riesce a racimolare abbastanza soldi per sopravvivere in serie A. Da 40 anni a questa parte infatti si vede periodicamente costretta a retrocedere in serie B o C per mancanza di sponsor e disinteresse delle amministrazioni locali, riuscendo più volte a riconquistarsi sul campo la promozione in A, vincendo tutto e sprofondando di nuovo.
Una storia paradossale, metafora perfetta della gestione folle e demente del calcio italiano e del gretto maschilismo di cui è permeato.

 

 


Prima del 1990 collabora, nell’ambito locale, con autori vari a cortometraggi e documentari in video e pellicola in qualità di direttore di fotografia e operatore, realizzandone altri come produttore e/o regista.
'85/'90 realizzazione di alcuni cortometraggi a soggetto in pellicola S8 e 16 mm; lavoro professionale come operatore e aiuto regista in clip e film a soggetto 16 mm; socio di uno studio di produz. video (Immagini s.n.c.) sito in Faenza (RA).
Dal 1988 al 1996 lavora come cineoperatore, ricercatore in ambito etnologico e regista.
Nei primi anni 90 realizza alcuni documentari etnologici in Africa e in Francia.
Forme del Ricordo 1991
La Medicina degli antenati 1992
Les musiciens du sous-sol 1993
Nel 1997 vince il Premio Ilaria Alpi per il reportage televisivo d'approfondimento..
Nel 2004 è produttore con Simone Bachini del film “Il vento fa il suo giro”, di G. Diritti, col quale vince al Roma Film Fest 2007 il Premio Franco Cristaldi al miglior produttore italiano.
Nel 2008 ottiene la nomination al Premio David di Donatello per la produzione, e da quel momento è membro perpetuo della giuria del premio e membro dell’Accademia del Cinema Italiano.
E’ socio dell’associazione nazionale documentaristi Doc/it, è stato consigliere dell’Associazione DER - documentaristi Emilia-Romagna, per la quale ha dato vita al festival “Docunder30”, di cui è stato direttore artistico e organizzativo dal 2008 al 2012.

2015 » doc La Spada Invisibile: montaggio, fotografia, produttore
2013 » doc Dio d'Acqua: regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio, fotografia, produttore
2010 » doc La Polvere di Morandi: regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio, fotografia, Riprese
2010 » doc Val Grande: Mappa per un Viaggio Impossibile: produttore
2009 » doc Le Città Invisibili del Veneto: regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, produttore
2009 » doc Traumfabrik: Via Clavature 20: produttore
2008 » doc I Cercatori di Miraggi: regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio, fotografia
2008 » doc Pennilesse, Joyce l'Odissea Triestina: fotografia
2008 » doc Un Angelo tra le Nuvole: produttore
2005 » Il Vento Fa il Suo Giro: produttore
2003 » doc Il Soccorso in Montagna: una Storia Semplice e Concreta: montaggio, fotografia, produttore
2002 » doc I Colori del Mare - Conversazioni con Piero Guccione: montaggio, fotografia, produttore
2001 » doc Plastination: regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio, produttore
Ideato da
pulsemedia
Promosso da
kaleidoscope
ucca
Comune di Modena
Con il contributo di
Fondazione cassa di risparmio di modena
Media Partners
cinemaitaliano